Content Marketing: cos'è e come diventare il re dei contenuti

Content marketing: Cos’è? Diventare il re con i contenuti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Che cos’è il content marketing?

Sapere cos’è il content marketing e saperlo attuare è sicuramente una buona base strategica per catturare l’attenzione e la fiducia del cliente con gli strumenti digitali.

In una strategia di inbound marketing, dove il cliente non viene interrotto da pubblicità non gradite ma viene invece attratto da contenuti interessanti ed utili, il content marketing diventa di vitale importanza dal punto di vista strategico.

Vediamo quindi la definizione e che cosa ci può dare in più una programmazione di contenuti.

Definizione: Il content marketing è una attività strategica del marketing, si occupa della creazione e della distribuzione di contenuti di valore con lo scopo di interessare, attrarre e fidelizzare i clienti.

Con la creazione di contenuti è possibile attirare l’attenzione del pubblico desiderato e di creare una forte relazione con il brand, questo perché le persone cercano informazioni sul web e si soffermano su quelle più utili ed interessanti.

Le persone non vogliono invece essere interrotte da annunci pubblicitari generici non desiderati, che vengono ovviamente ignorati, questo perché la maggior parte delle volte non sono i contenuti che stanno cercando in quel momento.

Se invece trovano contenuti di valore, gratuiti ed utili, questi cattureranno l’interesse dell’utente creando un legame di fiducia nella sua mente.

Se dovrà cercare altri contenuti simili si ricorderà di noi e verrà a cercare quest’altra informazione sui nostri canali.

Ma non solo informazioni: con lo storytelling possiamo raccontare di noi azienda, la nostra storia e i nostri valori, le nostre attività per la crescita dei dipendenti, le attività al di fuori dell’azienda a favore della comunità.

Tutto questo piacerà al nostro pubblico e lo legherà maggiormente al brand.

Ricordate che alle persone piacciono le storie.

Ovviamente non devono essere storie inventate! Le bugie hanno le gambe corte soprattutto sul web, una volta persa questa fiducia non la recuperate più!

In questo articolo capiremo quindi i tipi di contenuti che possiamo creare e la strategia vincente da adottare.

Siete pronti? Iniziamo!

i contenuti sono la nuova pubblicità l'hashtag è il nuovo slogan

Indice

Quali tipi di contenuti posso creare?

Il ventaglio della quantità di contenuti che possiamo creare è davvero ampio, non dobbiamo però cadere nella tentazione di creare tutti i tipi di contenuti. Dobbiamo invece valutare quali possono essere quelli più interessanti per il nostro target e quelli più adatti al nostro stile di comunicazione.

Articoli per il Blog

Il blog ha una doppia utilità, è importante sia per una strategia di content marketing e quindi per informare e interessare il lettore e sia per portare traffico al sito web.

Gli articoli possono approfondire argomenti legati eventualmente ad alcuni post sui social network, fare da guide e tutorial oppure riportare news legate al settore di appartenenza.

Sicuramente per il blog ci vuole una cura sotto l’aspetto della SEO, per far si che i contenuti vengano trovati anche in maniera organica e non soltanto tramite campagne pay-per-click.

Creare contenuti Video

I video hanno il grande vantaggio di poter essere contenuti più lunghi ed esplicativi.

Anche con questo strumento si possono approfondire gli argomenti con i quali si vuole creare valore e si ha il vantaggio di avere una interazione più “umana” con l’utente, dato che potrà vedere e ascoltare volti e voci umane.

Il canale più utile è sicuramente Youtube, da non sottovalutare comunque Facebook e i Reels di Instagram.

Attenzione, anche qua possiamo e dobbiamo curare i video sotto il punto di vista della SEO. Se curata a dovere con Youtube i nostri video potranno apparire nella SERP di ricerca Google, il che non è male no?

Poadcast

Un altro strumento, che negli ultimi anni ha visto un enorme crescita, sono i poadcast.

Sono dei contenuti che possono essere usufruiti tramite formato audio.

Molto utile se si vuole comunicare con il target eventualmente impegnato alla guida, e quindi che ascolta tramite la radio collegata al telefono, o in viaggio sul treno/bus e quindi tramite le cuffie.

Content marketing sui social

I social network probabilmente sono gli strumenti più utilizzati in una strategia di content marketing, proprio per l’enorme audience che possono portare e per la facilità di iterazione con l’utente.

Bisogna però fare attenzione che avere un maggior pubblico verso il quale rivolgerci vuole dire avere anche una maggiore concorrenza da battere.

Per i contenuti social possono andare bene caroselli, immagini o brevi video.

Newsletter

Se riusciamo a utilizzare questo tipo di contenuto vuol dire che siamo già ad un buon punto, perché vorrà dire avere già una base di contatti verso il quale spedire le nostre informazioni.

Con le newsletter possiamo informare sugli ultimi articoli usciti sul blog, le ultime news, informare delle attività aziendali e più in là, una volta creato un legame di fiducia, inviare promozioni per il cliente con lo scopo di creare una conversione.

Webinar

Per questo tipo di contenuto ci vuole già una base di audience con la quale poter interagire durante la diretta video.

È uno strumento che ci permette di informare il nostro pubblico in maniera remota con una video call unilaterale, rispondendo alle domande che eventualmente arrivano tramite i commenti.

Si possono creare delle collaborazioni con esperti del nostro settore, invitandoli al webinar, in modo da creare un maggior interesse verso il nostro contenuto.

Giochi

Ok, probabilmente questo è il contenuto più difficile da creare e distribuire, ma forse anche quello che potrebbe avere un buon potenziale.

Con quiz interattivi si possono proporre contenuti informativi ed educativi per il nostro target e utilizzare così anche le strategie della gamification, creando così grande valore per il nostro brand.

Tipi di contenuti nel content marketing

Come creare una strategia di content marketing vincente

La strategia per il content marketing viene chiamata content strategy.

Definisci gli obiettivi

Il primo step è quello di individuare quali sono gli obiettivi che si vogliono raggiungere con la distribuzione dei contenuti: Ottenere maggior traffico al sito? Creare una lista di contatti? Fare brand awareness? Migliorare la reputazione aziendale?

Crea il buyer persona

Dopo aver definito gli obiettivi dobbiamo capire a quale pubblico vogliamo rivolgerci.

Per chi stiamo producendo i contenuti, quali sono i suoi bisogni, come possiamo rispondere ai suoi dubbi e perché dovrebbe scegliere proprio noi?

Oltre a queste domande per definire il  buyer persona dobbiamo capire l’età media dei nostri utenti, la demografia, gli hobby e i canali con i quali cercano le informazioni sul web.

Quali canali vuoi utilizzare per i tuoi contenuti?

Come ti ho detto a inizio articolo non bisogna pensare di creare contenuti per tutti i canali esistenti.

Sarebbe soltanto uno spreco di risorse e tempo.

Soffermati invece sui canali che conosci maggiormente e con i quali ti senti più sicuro, sui canali che si adattano meglio alla tipologia di contenuti che vuoi creare e sugli interessi dei tuoi clienti.

Quale tra questi mi aiuterà a raggiungere il mio pubblico e a coinvolgerlo?

Il Calendario editoriale

Per essere organizzati e per rispettare i tempi dati dalla strategia è bene creare un calendario editoriale: rispetterai così i tempi e avrai una panoramica generale della situazione.

Cerca di capire la frequenza ottimale con la quale vorrai distribuire i contenuti, possibilmente una via di mezzo tra il distribuire i contenuti tutti i giorni (diventando così tedioso) e il farlo una volta ogni 3 mesi (facendoti dimenticare ai tuoi clienti).

Per l’organizzazione dei contenuti ti suggerisco di utilizzare Trello, è davvero utile e intuitivo, credo proprio che ti piacerà!

Infine..

Correggi il tiro! NON tutto verrà al primo colpo e i risultati non arriveranno immediatamente.

Cerca di capire quali sono gli errori fatti per strada e di migliorare!

Spero di averti dato una panoramica generale sul cos’è il content marketing e quali vantaggi può portare sia a livello aziendale che professionale.

Fammi sapere sotto nei commenti se ti è stato utile l’articolo e ricordati di iscriverti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato!

Rimani aggiornato 

Iscriviti per ricevere ogni fine mese gli articoli e le novità di Spazio Marketing.

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *